La conoscenza di un territorio e dei suoi valori identitari costituisce non solo il fondamento di un sentimento di appartenenza per le comunità che vi risiedono, ma anche il presupposto per un reale apprezzamento e per una consapevolezza del valore, collettivo e individuale al tempo stesso, del patrimonio culturale locale, oltre che una condizione essenziale per la sua tutela e per la sua rinascita economica e sociale.

Knowing a country and its identity values is both the basis for a sense of belonging for local communities and the prerequisite for an appreciation and a true understanding of the single and collective importance of the cultural and territorial heritage. It is, moreover, the necessary condition to promote its protection and economic and social revival.

Visualizzazione post con etichetta mostre d'arte. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta mostre d'arte. Mostra tutti i post

lunedì 10 dicembre 2018

Urban Feel. La Mostra fotografica di Luca Fastampa su New York



Una volta che siete vissuti a New York per qualche tempo e la città è diventata casa vostra, non c'è altro posto altrettanto bello. Qui si concentra tutto, popolazione, arte, teatro, letteratura, editoria, import, affari, assassinii, aggressioni di strada, lusso, povertà.         E tutto di tutto. Va avanti tutta notte, è instancabile.
-John Steibeck-



Un grande manifesto con lo skyline della Grande Mela all'ingresso del settecentesco portale in marmo locale di Palazzo Tarcagnota accoglie il visitatore alla Mostra fotografica "New York Urban Feel" che Luca Fastampa ha allestito nella sua Città.
La mostra è ospitata in un locale al piano terra dell'edificio divenuto polo culturale di Mondragone, un tempo scuderia o deposito dell’imponente edificio proprietà della famiglia Tarcagnota, oggi acquisito al patrimonio comunale. 
Un allestimento, molto ben curato, che si configura come un cantiere edile in cui i lavori siano stati temporaneamente sospesi e le foto di Luca abbiano per un momento occupato gli spazi. 

Scorci di paesaggi urbani e frammenti di vita quotidiana, brandelli di murales, vagabondi, monumenti, vetrine, scorci di strada, passando attraverso l'occhio e la Nikon d750 di Luca Fastampa sono divenute emozioni.

"E' un vero piacere poter scrivere di Urban Feel, un progetto artistico di Luca Fastampa, che nasce dalle nostre conversazioni e dalle ricerche avvenute prima nell'atelier "Studio 21" e poi nella Grande Mela.
New York ci ha ipnotizzati e ispirati, prima ancora di andarci. Urban Feel è la materializzazione di un progetto nato nel 2015, che ha finalmente preso forma e colore, su carta fotografica e su tela. Luca ha cercato di cogliere le sensazioni che si respiravano nell'aria; ha reso con calore e perizia tecnica l'anima di una città magica. I suoi scatti hanno immortalato persone e cose, movimenti e colori, anima e corpo di una metropoli viva, che ti entra nel sangue e ti toglie il respiro."

Pasquale Sorrentino
dalla prefazione al catalogo della Mostra 



Luca Fastampa è nato a Formia (LT) nel 1980.
Figlio d'arte, si appassiona alla fotografia già da bambino, frequentando gli studi fotografici di famiglia, per apprenderne le tecniche e le infinite possibilità di creazione artistica.
La sua carriera è iniziata con la fotografia analogica, per poi passare al digitale.
Si diploma nel 2001 presso l'Accademia fotografica Altieri di Roma, con la quale ha collaborato a diversi progetti nel campo della pubblicità e della moda.
Ha partecipato con successo a varie mostre fotografiche, in Italia e all'estero: tra le più importanti si ricorda la XVI edizione di "Arte e motori" di Riccione -dove espone il reportage London- e a Cracovia al concorso internazionale Urban Contest.
Particolarmente esperto e appassionato della camera oscura -dove per anni ha prodotto immagini artistiche in bianco e nero- si contraddistingue per una fotografia istintiva e naturale.
Le sue foto sono pubblicate su importanti riviste e testate giornalistiche locali e nazionali.
Vive ed opera a Mondragone (Caserta).

La biografia è stata tratta dal Catalogo della Mostra



Un grazie di cuore all'amico Cosimo Antitomaso per la concessione all'uso delle foto.



  






domenica 1 ottobre 2017

Continua l'Anteprima di Autunno Musicale nello splendido scenario della millenaria Basilica di Ventaroli di Carinola

Ancora due magiche serate all'insegna della Musica Classica & dell'Arte.



La Direzione dell'Evento "AUTUNNO MUSICALE" ha infatti deciso di allungare la durata dell'Anteprima che ha già visto lo svolgimento in questo magnifico contesto che è la Basilica di santa Maria in Foro Claudio, di tre spettacolari serate con i maestri Paolo Bordoni, Alberto Lodoletti e l'ungherese Zsuzsa Kollar.

Continua pertanto anche la Mostra fotografica "Memoriae Viventes" a cura di Marinella Pompeo, Michele Pagliaro, Salvatore Bertolino, Cosimo Antitomaso, Beniamino Di Marco e Giuseppe Iannotta che sta riscuotendo un notevole successo di pubblico e di critica.







7 OTTOBRE 2017
Aleksandra Žvirblytė
Musiche di Chopin, Scriabin, Prokofiev, Debussy, Liszt

La pianista Aleksandra Žvirblytė ha iniziato la sua carriera vincendo premi in numerosi concorsi della gioventù, e all'età di 14 anni, ha dato il suo primo concerto da solista. Premiata al Concorso Pianistico Internazionale m.K Ciurlionis (Vilnius 1986 1991),  Y.K.A.A. Concorso Pianistico Internazionale (Oberlin, USA, 1991), e riconosciuta essere la migliore al Concorso Pianistico N. Rubinstein Internazionale di Parigi (1999).
Aleksandra Žvirblytė ha completato i suoi studi presso la Lithuanian Academy of Music e studi post-laurea presso il famoso Conservatorio P.Tchaikovsky a Mosca. Ha studiato con docenti di fama come Lev Vlasenko, Mikhail Pletniov, Nikolai Suk, Olga Steinberg.
Nel corso degli anni si è esibita in tutte le principali città e cittadine della Lituania, in Danimarca, Svezia, Francia, Finlandia, Spagna, Polonia, Germania, Ucraina, Svizzera, Stati Uniti d'America. Grading St. San Pietroburgo, Mosca, Ucraina, Lettonia, Estonia, Bielorussia, Bulgaria, Kazakistan.
Si è esibita con l’Orchesta da Camera lituana, la Lituania National Symphony, la Filarmonica di Kharkov, il San Pietroburgo Conservatorio Symphony, il Conservatorio bulgaro Symphony Orchestra ed altri sotto la direzione di Saulius Sondeckis, Gintaras Rinkevicius, Juozas Domarkas, Robertas Servenikas Mindaugas Piečaitis, Alvydas, Pavel Berman, Christo Christov, Aleksei Kolobuchin Oliver Weder e altri.
Aleksandra Žvirblytė è uno dei primi interpreti di molti nuovi pezzi di compositori lituani.

Divide il suo tempo tra la vita di pianista ed il lavoro presso l'Accademia lituana di musica, dove lavora come professore di Piano.


8 OTTOBRE 2017
Duo Fortecello 
Anna Mikulska & Philip Argenty
(violoncello & pianoforte)
Musiche di Fauré, Nin, Bloch, Servais, Despic, Bartok, Chopin, Tchaikovsky


Anna Mikulska nel 2007 studia Parigi alla Scuola Normale di Musica di Parigi nella classe di Paul Julien. Ha ricevuto il consenso di grandi violoncellisti come Anner Bylsma, Arto Noras o Franz Helmerson tra gli altri.
Dal 2005, si è esibita come solista al fianco dell'Orchestra Sinfonica della Cracovia Music Academy Orchestra e Giovane Filarmonica di Cracovia.
È anche un partner privilegiato di musica da camera, quartetto, trio, quintetto e duetto. Ha fatto parte parte del Quartetto Reale Cracovia in Polonia 2007-2009 e del Quartetto Volubilis nel 2011.

Ha fatto anche parte dell'Orchestra del grande violinista inglese Nigel Kennedy "Orchestra of Life", con cui parteciperà a un tour europeo di oltre 30 date nelle sale più prestigiose d'Europa: Berliner Philharmoniker, Royal Albert Hall Londra, Palais des Congres de Paris, Philharmonies di Colonia e Monaco, ecc ...
Dal suo arrivo in Francia, lavora regolarmente con l'Orchester de Limoges e Limousin.

Nel 2015 e nel 2016 ha svolto diversi tour europei con il pianista Philippe Argenty (Duo Fortecello). Il loro primo album "Il giro del mondo in violoncello e pianoforte Opus 1" è stato inciso nel mese di luglio 2015 e il secondo inciso nella primavera 2017.

Il Duo Fortecello è stato presente anche in festival prestigiosi 2016-2017: Musica Festival di Sant Pere de Rodes (Spagna), Art Duo Festival a Roma (Italia), Alba Music Festival di Alba (Italia), tra gli altri.

sabato 30 settembre 2017

6 fotografi per Ventaroli, l'avventura continua... Prorogata per altre due serate l'Anteprima dell'Autunno Musicale con la Mostra di Fotografia "Memoriae Viventes"

(da sinistra: Beniamino Di Marco, Cosimo Antitomaso, il maestro Alberto Lodoletti, Giuseppe Iannotta, Marinella Pompeo, Michele Pagliaro e Salvatore Bertolino)



La notizia è arrivata ieri sera in quella che era l'ultima serata dell' Evento Suoni & Luoghi d' Arte a Ventaroli di Carinola. Anteprima dell' Autunno Musicale e Mostra di Fotografia "Memoriae Viventes".
Il concerto della pianista ungherese Zsuzsa Kollar non sarebbe stato l'ultimo di quelli previsti.
Una proroga è stata decisa dalla direzione artistica dell'Associazione "Anna Iervolino" di Caserta di concerto con la Pro Loco di Carinola per cui l'Evento continua con altre due serate e precisamente il 7 ed 8 ottobre 2017.






giovedì 21 settembre 2017

Mostra fotografica “Memoriae viventes”: conosciamo gli autori.

E’ stata inaugurata lo scorso 15 settembre, e rimarrà visitabile ancora sabato 7 ottobre e domenica 8 ottobre 2017, la Mostra fotografica “Memoriae viventes” allestita nella medievale Basilica di Santa Maria in Foro Claudio a Ventaroli di Carinola.
Una mostra dal titolo apparentemente classico e, agli occhi di alcuni persino usuale, ma che rimane fondamentale e, direi, necessaria per la conoscenza di luoghi, fatti e persone del nostro territorio e del nostro passato.
Vi è il fondato rischio che, in un’epoca di globalizzazione e di degrado civile, scompaia la memoria storica e si distrugga la scenografia naturale di beni ambientali, architettonici e culturali della nostra Italia.
Ha detto Salvatore Settis, archeologo e storico dell’arte: 
“L’apatia dei cittadini è la migliore alleata dei predatori senza scrupoli”.  
Dobbiamo sentirci quindi depositari e custodi dei luoghi dove viviamo, dei fatti, degli avvenimenti e della storia che questi luoghi custodiscono. Per questo dobbiamo conoscerli.

Questo lo spirito di “Memoriae viventes” !


La realizzazione della Mostra è stata possibile grazie alla Pro Loco di Carinola che l’ha ospitata nelle cinque serate di Anteprima di "Autunno Musicale", rendendo così possibile un connubio tra Arte & Musica.





Conosciamo meglio gli autori che partecipano alla Mostra:

Salvatore Bertolino
curatore del blog "Monte Massico ed il territorio tra i fiumi Garigliano e Volturno"; da tempo impegnato nella promozione e nella divulgazione  della conoscenza del territorio.
I suoi scatti raccontano di “piccoli borghi", scrigni che custodiscono storia, tradizioni, cultura e gastronomia della nostra Bella Italia.



Marinella Pompeo
pittrice campana, amante dei luoghi d’arte e della storia che questi custodiscono.
Espone scatti che rilevano la luce mistica di "tesori nascosti”, meritevoli di maggior attenzione e quasi sempre inaccessibili al pubblico.



Beniamino Di Marco
ex insegnante, noto per la sua cultura storico-letteraria. Si è avvicinato all’arte fotografica mosso dall’empatia per le interazioni sociali ove si percepisce la sua formazione umanistica.
Nei suoi scatti immortala momenti di pathos, con scene del quotidiano e attenzione per il particolare.



Giuseppe Iannotta
collaboratore ATA e dedito alla fotografia.
Nei suoi scatti la vita che celebra le persone e il luogo natìo, Ventaroli di Carinola.
Testimonia tradizioni di “vetuste vestigia”, come la Basilica romanica di Santa Maria in foro Claudio, raccontata dalla penna di Matilde Serao, scrittrice e cofondatrice de Il Mattino.
Ella descrive la sua infanzia rincorrendo le fantasie di fanciulla. Con lo stesso intento Giuseppe immagina che possano concretizzarsi nei nostri giorni come realizzazione della gioia di vivere.



Cosimo Antitomaso
insegnante di musica con la passione per la fotografia.
Espone nei suoi scatti “le cattedrali nel deserto” come denuncia degli scempi sul territorio campano. Contemporaneamente e in contrasto con temi impegnativi, predilige scatti di “street photography” di luoghi vivaci e ricchi di tradizioni.



Michele Pagliaro
fotoamatore con la predilezione per la “urban street”, mette in mostra alcuni scatti realizzati in situazioni reali e spontanee di vita quotidiana .
I protagonisti sono parte integrante di luoghi disabitati o poco noti e li rianimano con luce viva.



domenica 10 settembre 2017

Suoni & Luoghi d' Arte a Ventaroli di Carinola. Anteprima dell' Autunno Musicale e Mostra di Fotografia "Memoriae Viventes"



La millenaria Basilica di Santa Maria in Foro Claudio a Ventaroli di Carinola, conosciuta anche come l’Episcopio, sarà teatro quest’anno dell’Anteprima di Autunno Musicale, manifestazione organizzata dall’Associazione Musicale “Anna Jervolino” di Caserta in collaborazione con la Pro-Loco di Carinola.
Un ciclo di tre serate il 15, il 22 ed il 29 settembre 2017, all’insegna di “Suoni & Luoghi d’Arte” con la Musica Classica eseguita da tre valentissimi pianisti.




15 settembre 2017 - ore 19,30

Paolo Bordoni 

musiche di Mozart, Mendelssohn, Brahms e Schubert.

Paolo Bordoni fin da giovane definisce la sua linea interpretativa all’interno di un repertorio che privilegia, accanto a Mozart, gli autori del primo romanticismo, Brahms e gli impressionisti francesi. La profonda affinità che lo lega a questi compositori gli consente di esplorare il loro complesso mondo sonoro-emotivo con rara capacità di immedesimazione. Qualità che autorevoli critici hanno riconosciuto tra l’altro nelle sue incisioni, paragonandole con interpretazioni di Arrau, Gould e Richter. Paolo Bordoni si è esibito in numerosi festivals quali Lucerna, Hohenems, Parigi, Roma, Brescia-Bergamo, Spoleto, Berlino, Charleston, alla Skuba University e per la NHK di Tokio. 


22 settembre 2017 - ore 19,30

Alberto Lodoletti 

musiche di Mozart, Chopin e Liszt.


Alberto Lodoletti si avvicina giovanissimo al pianoforte seguendo le orme della nonna paterna Nelly Schröder, pianista parigina. All’inizio studia pianoforte privatamente, prima con Massimo Cozzi, poi con Luca Sanna e Raimondo Campisi; in seguito, dopo aver conseguito la maturità classica presso il Liceo- Ginnasio “D.Crespi” di Busto Arsizio, frequenta il Conservatorio G.Verdi di Milano, presso il quale, sotto la guida di Vincenzo Balzani, ottiene il diploma accademico con il massimo dei voti. Si perfeziona in seguito con Walter Krafft, col quale studia presso il prestigioso Münchener Musikseminar di Monaco di Baviera. Partecipa come allievo effettivo a diverse master-classes e corsi di perfezionamento, tra gli altri con Oleg Marshev, Giovanni Umberto Battel, Mariana Sirbu, Boris Berman, Walter Krafft, Jean-Marc Luisada. 
Il suo repertorio spazia dalle opere dei compositori barocchi e classici sino a quelle dei contemporanei, e comprende opere solistiche, opere per formazioni da camera e opere per solista e orchestra; in diverse occasioni si presenta nelle sale da concerto con programmi monografici, eseguendo interamente musiche o di uno stesso autore (Mozart, Chopin, Liszt) o un’area storico-geografica simile (simbolisti francesi del primo novecento con particolare riguardo a Debussy e Ravel, autori russi tra cui Prokofiev, Kabalewsky e Mussorgsky).


29 settembre 2017 - ore 19,30

Zsuzsa Kollá

musiche di Debussy, Liszt e Albenitz.


Zsuzsa Kollár è nata a Budapest e all’età di dieci anni è stata accettata come allieva presso l’Accademia Liszt della capitale. Nel 1974 ha vinto il primo premio al Concorso Pianistico Internazionale per Giovani Musicisti a Usti nad Laben (Cecoslovacchia). Tre anni dopo divenne allieva di Jenö Jandó presso l’Accademia Liszt dove ha anche frequentato regolarmente corsi di perfezionamento con Zoltán Kocsis.
Nel 1980 ha formato un duo pianistico con Gabriella Lang, studiando con Alfons Kontarsky a Monaco di Baviera e Salisburgo e con György Sebök a Banff e ad Ernen.
Ai trionfi ai concorsi pianistici di Jesenik e Vercelli seguì nel 1982 un ulteriore successo, quattro anni dopo, all’ ARD Competition di Monaco di Baviera. Ha all’attivo numerose registrazioni per le etichette Naxos, Koch e Hungaroton; le molte registrazioni televisive, così come i continui impegni concertistici in Germania, Austria, Belgio e Canada hanno portato Zsuzsa Kollár ad una consolidata carriera concertistica di successo alla quale affianca una speciale dedizione alla musica contemporanea con il gruppo Componensemble.






In contemporanea all'evento "AUTUNNO MUSICALE, Suoni & Luoghi d'arte", sara' allestita una Mostra fotografica collettiva "Memoriae viventes"  dei seguenti artisti: Marinella Pompeo, Michele Pagliaro, Giuseppe Iannotta, Salvatore Bertolino, Cosimo Antitomaso, Beniamino di Marco.

L'intento degli autori è quello di richiamare l'attenzione su luoghi di valore storico artistico o di interesse comune. 





A questo scopo la Basilica sarà aperta al pubblico a partire dalle ore 16:30 per tutte e tre le date stabilite, permettendo così di ammirare questo magnifico esempio di architettura medioevale e di culto attivo.