La conoscenza di un territorio e dei suoi valori identitari costituisce non solo il fondamento di un sentimento di appartenenza per le comunità che vi risiedono, ma anche il presupposto per un reale apprezzamento e per una consapevolezza del valore, collettivo e individuale al tempo stesso, del patrimonio culturale locale, oltre che una condizione essenziale per la sua tutela e per la sua rinascita economica e sociale.

Knowing a country and its identity values is both the basis for a sense of belonging for local communities and the prerequisite for an appreciation and a true understanding of the single and collective importance of the cultural and territorial heritage. It is, moreover, the necessary condition to promote its protection and economic and social revival.

mercoledì 22 gennaio 2014

Edicole sacre nel territorio di monte Massico

Sessa Aurunca: centro storico


Sessa Aurunca: via Seggetiello

C’è una preziosa ricchezza che caratterizza ancora oggi le stradine dei centri storici, dei borghi, dei casali o delle frazioni  del nostro territorio, quello tra “I fiumi Garigliano e Volturno” legata alla profonda tradizione religiosa dei nostri padri: l’edicola votiva o edicola sacra – a volte denominata semplicemente ‘a marunnella, qualunque sia l’immagine sacra in essa contenuta. Molto spesso è un manufatto di semplice fattura che protegge un’immagine sacra oggetto di culto lungo le strade, oppure sulle facciate delle case, nei cortili e lungo le strade di campagna. Esse sono parte integrante della storia delle nostre genti, del nostro passato e del nostro presente, frutto della più semplice spontaneità popolare, antiche quanto l'uomo, discrete, mai eclatanti.
Le edicole sacre custodiscono la storia, la tradizione, l'arte, l'architettura, la fede e la devozione e la loro riscoperta è elemento di sicuro interesse per contribuire alla valorizzazione del nostro territorio.




Sessa Aurunca: centro storico



Carinola: sotto la loggia di Palazzo Marzano


Sessa Aurunca: sulla strada tra Piedimonte e Carano


Sessa Aurunca: nel borgo di Valogno

Minturno: centro storico

Ha scritto Francesco Nigro nel suo ultimo volume “I rurece mise”: 
le edicole affondano le radici nelle tradizioni popolari del mondo rurale e sono una manifestazione della fede popolare. Si tratta di beni culturali che, anche se minori, meritano di essere salvaguardati e conservati, in quanto utile testimonianza della nostra storia e delle nostre tradizioni religiose.
 Attualmente molte edicole si trovano in uno stato di incuria. Occorre evitare che aspetti della fede religiosa di un tempo, di usi e costumi scompaiano nel più profondo oblio.

Francolise: nel borgo di Ciamprisco


Roccamonfina: contrada Giglioli


Roccamonfina: nel cortile del Santuario della Madonna dei Lattani

Francolise: in un vecchio manufatto borbonico lungo una strada di campagna

La  salvaguardia ed il recupero dei beni culturali non può limitarsi soltanto alla conservazione delle grandi opere d’arte o delle grandi costruzioni indicative di movimenti artistici del passato o di fasti di grosse casate o di principi e regnanti. Anche quanto è testimonianza dell’arte e della cultura popolare deve essere protetto e recuperato, altrimenti un ricco e vasto patrimonio della nostra “storia” rischia di scomparire.



Sessa Aurunca: San Venditto, appena prima del borgo di San Castrese

Le ho cercate e, continuamente, le cerco nelle nostre contrade, per i vicoli e le strette strade, per i borghi ed i casali di Mondragone, Sessa Aurunca, Roccamonfina, Carinola, Francolise e Minturno, a volte tra lo sguardo infastidito o incuriosito della gente del posto,  le cerco sulle facciate delle case, sotto gli androni, nei portoni aperti, davanti o accanto alle chiese, nelle piazze e negli slarghi.
È un lavoro piacevole, ripagato dallo scoprire o riscoprire  edicole votive e dal constatare quanto c’è ancora di bello in luoghi impensabili e quanto sia stata grande la devozione dei nostri antenati.

Ve ne propongo in questo articolo solo alcune, altre le potrete trovare in una community "Edicole sacre e chiese di campagna" insieme a tante altre che tanti amici stanno proponendo da tutta Italia:

https://plus.google.com/u/0/communities/102404233010761912007


Carinola: nella frazione di Casanova
Minturno: centro storico
Sessa Aurunca: sotto un androne in corso Lucilio

Mondragone: rione Amedeo
Sessa Aurunca: centro storico